Ipotesi del contratto collettivo nazionale integrativo

I criteri generali di ripartizione delle risorse per la formazione del personale docente, educativo ed ATA sono oggetto di relazioni sindacali a livello nazionale secondo quanto previsto dall’ art.22 comma 4 lettera a3) e a livello di ogni istituzione scolastica ai sensi dell’art.22 comma 4 lettera c7).

E’ prevista Una quota pari al 60% delle risorse finanziarie disponibili sarà assegnata agli istituti scolastici in modo proporzionale al numero del personale docente, educativo ed ATA dell’organico dell’autonomia, al fine di realizzare le iniziative formative individuate nel piano di formazione d’istituto. Tali risorse potranno anche contribuire a realizzare iniziative formative congiunte con altre istituzioni scolastiche, attraverso lo sviluppo di reti di scopo dedicate. Una quota pari al 40% delle risorse disponibili sarà assegnata alle scuole polo per la gestione coordinata delle iniziative di formazione previste dall’Amministrazione centrale. Tutto il personale in servizio può accedere alle iniziative formative.